Progettazione terrazzi

La progettazione terrazzi a Roma: arredare lo spazio

Hai un terrazzo da ristrutturare? Ricevi subito un preventivo.

La progettazione terrazzi a Roma ha avuto un incremento significativo fra le due guerre, quando, grazie all’ausilio di nuove tecniche edilizie e di impermeabilizzazione, gli abitanti hanno potuto ristrutturare i loro solai. Trasformando così l’ultimo piano delle proprie case in un’oasi segreta nel cielo.

Nemmeno città importanti come New York, Parigi o Tokyo possono vantare tanti balconi e roof garden ricchi di piante, pergolati e verande. I giardini pensili e gli attici più belli di Roma sono da sempre vivi, allestiti per cene, riunioni o feste.

Ogni abitante arredando il proprio terrazzo contribuisce inconsapevolmente a rendere unico un panorama cittadino già costellato di monumenti. Se stai pensando anche tu a ristrutturare o semplicemente a progettare il terrazzo, contattaci per un preventivo gratuito.

Uno dei tanti terrazzi di Roma

“Da bambino amavo andare sul terrazzo dei nonni, trascorrere il tempo con loro nella tranquillità di quel luogo. Con loro forse ho imparato per la prima volta come i terrazzi siano una dimensione estremamente personale dell’esistenza di un uomo.”

D.P.

Arrediamo e funzionalizziamo gli spazi

A Roma occorre in primis prestare attenzione al peso che un solaio di un vecchio edificio è in grado sopportare. Oggi esistono degli ottimi pavimenti in pietra o in gres per esterni. Se non si possono realizzare interventi di ristrutturazione la posa di pavimenti in legno o di erba sintentica può essere una buona scelta, sempre però preceduta da un’accurato lavoro di impermeabilizzazione.

Nell’organizzazione degli spazi e della loro funzionalità è bene inoltre essere accorti nel rispettare le proporzioni degli elementi, senza mai interrompere il dialogo con il panorama.

Nelle terrazze panoramiche a volte è consigliabile ad esempio utilizzare dei parapetti in vetro trasparente al posto di un muro per mantenere la vista.

Gli elementi più importanti che ci vengono richiesti per l’arredamento dei terrazzi sono i pavimenti per esterni (travertino, pastellone, cotto, gres), le piante, i vasi e gli impianti di irrigazione. Ci sono poi gli impianti di illuminazione scenica e funzionale, le aree salotto, le barriere per la privacy e i pavimenti in legno.

Spesso bisogna escogitare soluzioni ad hoc per ombreggiare alcune parti del terrazzo. Gli ombrelloni si possono usare, ma devono essere pesanti perché siano sufficientemente resistenti al vento. Altre opzioni sono le tende da sole retraibili oppure le pergole.

Se lo spazio è ristretto conviene limitarsi a una pergola, magari su cui si arrampica una pianta come per esempio la vite o una passiflora, abbinando un tavolino da bistrot. A seconda dello spazio disponibile si possono aggiungere fioriere, barbecue e stufe riscaldanti per esterni.

In ogni caso la terrazza è da considerarsi un’estensione della casa, non può esistere un progetto pronto. Bensì è importante riuscire ad interagire con lo stile che il cliente ha scelto per gli interni.

Scegliamo le piante adatte al terrazzo

La riuscita di un buon terrazzo è un impegno progettuale difficile perché le piante adatte a prosperare con il caldo estivo e il vento sono in genere poco presenti nella grande distribuzione commerciale. Questo limite è per noi un invito verso un modo di fare giardinaggio consapevole, che prevede la ricerca e l’utilizzo di piante adatte alle caratteristiche del clima mediterraneo: desiderose di poca acqua in estate.

“Nella progettazione i terrazzi e i giardini condividono molti criteri, ma le soluzioni da adottare possono essere diverse. La forza del vento, l’effetto del caldo e la poca terra a disposizione sono problemi che in un giardino si avvertono di meno. 

In genere non tutte le specie si adattano a vivere in un terrazzo.  Non è un caso che in città i terrazzi più belli siano spesso quelli più vecchi, dove le persone sono arrivate dopo molti tentativi ad ottenere una giusta selezione di piante.

Trovo un terrazzo sia diverso da un giardino, ad esempio gli alberi mi appaiono fuori posto quando sono nei vasi. A volte utilizziamo alberelli per necessità, mi sembra in questo caso naturale adoperare le specie i cui semi sono in grado di viaggiare con il vento e gli uccelli. Penso al fico ad esempio, il quale lo troviamo spesso in alto sulle rovine archeologiche”.

(D. P.)

Arriviamo in alto: gru per terrazzi

Una delle cose più difficili nella realizzazione di un terrazzo a Roma è portare una piscina sul tetto. Per oggetti speciali di questo tipo abbiamo sempre a disposizione una gru.

In questo link puoi andare alla pagina del sito: Vasi per piante.

Se sei interessato invece a progettare e realizzare un giardino a Roma, vai nella nostra pagina: Progettazione giardini.

Se sei interessato a conoscere le varie fasi del lavoro vai su: Come lavoriamo.

1
×
Benvenuto in Ornus.
Come possiamo aiutarti?
Can we help you?