Pavimentazioni in legno per terrazzi e giardini

Per decking si intende una pavimentazione in legno per esterni. Un rivestimento versatile che si può applicare in aree come verande, bordi piscina, patio, terrazze o barche. Fantastico da avere quando una porta si apre verso un giardino o verso un terrazzo.

Se il decking è diffuso in tutto il mondo in ogni luogo e in ogni tempo, è merito del suo fascino, della sua resistenza, e del senso di casa che apporta in ogni ambiente domestico.

Decking si, ma con dei professionisti

Un terrazzo o un giardino, oltre al decking in legno o WPC, può ospitare differenti tipi di pavimentazioni: in pietra, in mattoni, in cocciopesto e persino in metallo. In Ornus quindi non abbiamo una preferenza verso l’una o l’altra scelta, non ti consigliamo il legno a tutti i costi. Ma quando ce ne sarà bisogno sapremo consigliarti il pavimento in legno giusto per te.

Nel progettare con il decking un’arredatore ha il compito di assicurarsi che il progetto finale risulti non solo gradevole, ma anche di facile manutenzione. La lunghezza, lo spessore e la disposizione delle tavole è un dettaglio importante, quanto il loro sistema di fissaggio e di supporto. Esso determina l’effetto finale, compresa la facilità di ispezione e di pulizia.

La posa del legno in esterni segue infatti regole di carpenteria che non possono essere improvvisate da chi si occupa ad esempio di posa di parquet per interni.

C’è da scegliere l’essenza legnosa sulla base di caratteristiche non solo estetiche, ma anche legate alle performance e alla resistenza. È particolarmente importante ad esempio che la scelta dell’essenza tenga conto di fattori come il calpestio o l’irraggiamento solare a cui è soggetto il luogo in cui il pavimento in decking verrà installato.

Sia sufficiente pensare che sotto il nome commerciale “teak” sono presenti legni provenienti da specie arboree diverse. Le quali sebbene offrano prestazioni considerevoli, non hanno le stesse caratteristiche di del teak originale, ricavato invece dalla pianta “Tectona grandis“.

Ornus ha rapporti commerciali con i migliori fornitori europei di legname e lavora alla realizzazione delle pavimentazioni con posatori esperti e specializzati in esterni. Professionisti capaci di fornire i materiali idonei e scegliere le soluzioni giuste di posa.

Soluzioni senza confini di tempo o di spazio

Sei convinto dell’idea di mettere un pavimento in legno, ma vuoi conoscerne meglio vantaggi e svantaggi. Ne parleremo in questo paragrafo.

I pavimenti in legno hanno una storia antichissima. In alcuni siti palafitticoli dell’età del bronzo europea come ad esempio Biskupin o Noceto si conservano tracce di pavimenti che hanno circa tremila anni! Ancora oggi però i pavimenti in legno, a cui si sono aggiunti quelli in legno composito o WPC, riflettono le tendenze contemporanee del design.

Nel mondo, dove ci sono molte foreste, le pavimentazioni in legno, realizzate con tavole o parquet sono la scelta preferita. Si pensi ad esempio alle verande scandinave, ai giardini delle isole caraibiche o ai patio arredati della Florida.

Vantaggi dei pavimenti in legno

I pavimenti in legno per esterni sono facili da costruire e possono essere posati su pavimentazioni esistenti, anche se non perfettamente a livello. La costruzione è più veloce rispetto a quella di un pavimento in muratura. E soprattutto su di essi è più piacevole camminare.

Il legno inoltre è una materia prima rinnovabile e riciclabile e il suo uso ha un basso impatto ambientale. Oggi la maggior parte del legname prodotto per essere utilizzato come decking proviene da foreste coltivate a tale scopo e il materiale prodotto è sovente dotato di certificazioni come l’FSC e il PEFC emesse da organizzazioni internazionali come BM TRADA. Sebbene non tutte le certificazioni internazionali vengono rispettate nei paesi più poveri, ricordiamo la presenza in Europa di un regolamento sul legno molto conosciuto nel settore, l’EUTR, che rende un reato per i fornitori vendere legname tagliato illegalmente.

Svantaggi dell’utilizzo dei pavimenti in legno

Gli svantaggi dell’utilizzo dei pavimenti in legno sono legati al costo, alla percezione della sua durata e alla necessità di manutenzione.

Il concetto della deperibilità del legno è influenzato dal tipo di specie scelta. Fra le specie nostrane, quelle a crescita lenta come il rovere sono quelle il cui legno è più resistente. Alcune essenze di legni tropicali hanno delle qualità intrinseche tali da sopravvivere alla casa stessa, i loro prezzi non sono però alla portata di tutti.

Non ultimo influisce la stagionatura e il tipo di trattamento ricevuto dal legno in produzione. Alcune soluzioni tecnologiche utilizzano ad esempio il calore e la pressione per rendere il legno duraturo immarcescibile. Utilizzndo la tecnologia alcuni produttori riescono a rendere utilizzabile con profitto in esterno anche il legno di frassino o di pino.

Il bisogno di manutenzione può essere addirittura eliminato utilizzando essenze che non necessitano di un trattamento di finitura o il WPC. Ad ogni modo su legni pregiati un rapido trattamento annuo di oliatura, facilmente eseguibile in poco tempo, è sempre consigliato, specie laddove si volesse preservare il colore del legno. Essendo che i pigmenti non resistono ai raggi ultravioletti, un legno non trattato tenderà a ingrigire più facilmente. Tale ingrigimento per alcuni è un effetto estetico ricercato e piacevole!

Alternative e legno sintetico

WPC

Il wpc, o legno composito, nasce come alternativa al legno sulle imbarcazioni. Esso solitamente è fatto con resine riciclate in cui sono immerse fibre di legno. La resistenza del materiale è data dalla qualità della miscela e dalla densità finale del prodotto.

A molte produzioni in WPC viene data una finitura in rilievo effetto legno e uno strato di finitura. La qualità dello strato di finitura, spesso sottoposto a brevetti, determina il costo finale del WPC. Un legno composito di qualità è difficile da trovare nella grande distribuzione organizzata poiché ha un costo paragonabile a quello di un buon legno tropicale.
Nella scala temporale dei decenni la resistenza e la durata del WPC risulta essere inferiore a quella del legno dello stesso spessore. Questo sebbene la manutenzione richiesta dal WPC sia quasi a zero.

In questo link puoi andare alla pagina del sito: Arredo giardino.

Se sei interessato ad approfondire il discorso sulla scelta delle piante o a progettare un giardino a Roma o Milano, vai nella nostra pagina: Progettazione giardini.

Open chat
1
Benvenuto in Ornus. Se vuoi richiedere un preventivo ti informiamo che accettiamo richieste unicamente tramite mail, nelle modalità riportate alla pagina Contatti del sito.
Come possiamo aiutarti?
Can we help you?