Costi

Quali sono i costi di un giardino?

Se hai mai sfogliato una rivista di garden design, avrai sicuramente desiderato anche per te un giardino o un terrazzo così ben realizzato. Ma, quali sono i costi?

Per conoscere i costi reali di un giardino o di un terrazzo bisogna considerare tutte le fasi necessarie per portare a termine il lavoro e per poi mantenerlo nel corso del tempo.

  1. Sopralluogo
  2. Progetto
  3. Preventivo
  4. Direzione lavori
  5. Realizzazione
  6. Manutenzione

1. Sopralluogo

Il sopralluogo è gratuito nei Comuni di Roma e di Milano. Prevede invece un rimborso spese per spostamenti fuori città o verso altre regioni.

Non accettiamo tutte le richieste di sopralluogo, criteri come qualità e tempo a disposizione ci obbligano ad considerare solo un numero limitato di lavori.

Un giardino su misura richiede un costante confronto fra idee e tecnica progettuale.

Durante il sopralluogo è importante per noi individuare sia una visione estetica condivisa, sia il budget a disposizione. Questo è necessario per dare un’idea di spesa al cliente, evitare sorprese e incomprensioni, e assicurarci di essere in sintonia con le proposte.

Grazie alla nostra esperienza siamo in grado di stimare già in questa fase una forbice di costi entro cui è necessario muoversi.

2. Progetto

Preventiviamo il costo del progetto durante il sopralluogo. Questo sulla base di parametri di budget stabiliti di comune accordo. Come voce di spesa il progetto, a seconda della sua complessità influisce fra il 7 e il 10% sul totale del preventivo finale.

Se ad esempio si prevedono opere per un valore di 20.000 euro, il costo del progetto è compreso fra i 1400 e i 2.000 euro.

In caso di accordo si procede con la firma di un contratto e l’emissione di una fattura di acconto, il cui pagamento segna per Ornus l’inizio della fase di progettazione.

Il giardino di design è un prodotto artigianale complesso, per redigere il progetto sono necessari confronti tecnici e ispezioni con le diverse figure professionali che saranno coinvolte nel lavoro. A titolo di esempio paesaggista, arredatore, muratore, illuminotecnico, tecnici e installatori. Questa fase prevede anche un contatto continuo con il cliente, al fine di individuare tutte le esigenze da soddisfare.

Si producono adesso elaborati grafici come planimetrie moodboard degli arredi, schemi di piantagione e di illuminazione. Questi elaborati sono necessari alle maestranze per la corretta esecuzione dei lavori.

Infine si arriva alla stesura di un computo metrico, cioè un documento che elenca in modo preciso tutte le lavorazioni che andranno eseguite. Questo permette la formulazione di un preventivo per la realizzazione.

3. Preventivo

Superata la fase di progetto il cliente ha a disposizione un preventivo nel quale sono specificati i costi del gardening, dei prodotti e delle lavorazioni.

Per i vari campi di interesse come giardinaggio, muratura, coperture, arredamento, illuminazione ed altro, attuiamo delle comparazioni fra le varie soluzioni richieste a ditte e fornitori. E discutiamo con il cliente quelle più in linea con il progetto.

Il costo del nostro ruolo di direzione, supervisione e coordinamento si esplica attraverso la voce direzione lavori. Si tratta del valore che attribuiamo alla nostra attività di organizzazione di cantiere e di controllo della qualità. Parleremo di questa voce nel prossimo paragrafo.

Siamo uno studio specializzato a lavorare su alti standard qualitativi. Basiamo il nostro successo sull’attenzione dei dettagli e l’analisi costante di ricercati equilibri compositivi.

Il nostro interesse non è competere sui prezzi, quanto piuttosto fare lavori di qualità.

I termini di pagamento sono così parametrati:

  • 50 % acconto inizio lavori
  • 35 % metà dei lavori (SAL)
  • 15 % fine lavori

4. Direzione lavori

La fase di organizzazione del cantiere è forse la fase più importante e complessa del lavoro. Bisogna ora coordinare il lavoro di imprese diverse e prendere accordi con i fornitori per garantire alle maestranze le date di arrivo dei materiali e dei prodotti. E il tutto tenendo conto delle tempistiche agronomiche e di quelle del cliente. Nel pieno rispetto della legislazione vigente.

L'architettura del giardino. Vialetto in pietra.
La costruzione di questo vialetto in travertino è stata possibile soltanto dopo aver realizzato gli impianti sotterranei.

Durante la fase di direzione lavori è indispensabile quindi creare un cronoprogramma che pianifichi tutte le lavorazioni, individuando la sequenza logica in cui eseguirle.

Solo grazie alla nostra attività di coordinamento e di supervisione possiamo gestire la complessità delle operazioni necessarie alla realizzazione di un giardino o di un terrazzo. Offrendo in tal modo garanzie sui servizi e il rispetto dei costi pattuiti.

La nostra costante presenza in cantiere ci pone come punto di riferimento costante per le imprese coinvolte e interlocutore unico per il cliente. Ci permette di trovare soluzioni anche in corso d’opera e di avere un controllo pressoché totale sulla qualità.

Come voce di spesa il coordinamento e la supervisione da parte del nostro Studio influisce per il 10%, da calcolare su ogni lavorazione non direttamente eseguita da noi (ad es. fabbro, elettricista…).

5. Realizzazione

Fa parte di questa fase un insieme ricco e diversificato di operazioni, come ad esempio la preparazione del terreno e l’installazione dell’impianto di irrigazione. La realizzazione dell’impianto elettrico e di quello di irrigazione. Il posizionamento delle piante, delle luci e dei complementi di arredo. Come anche l’eventuale installazione di pavimenti in legno e di coperture per l’ombra.

Per alcune lavorazioni ci affidiamo all’esperienza di imprese partner che abbiamo individuato selezionato degli anni e di cui ci fidiamo. Lavoriamo unicamente con ditte che conosciamo, e questo ci consente di offrire una garanzia su tutte le lavorazioni che vengono effettuate.

Sul mercato esistono dei prezzari di riferimento per tutte le lavorazioni che offriamo. I nostri prezzi sono in linea con quelli dei migliori professionisti presenti sul mercato. Abbiamo rapporti privilegiati con diversi top player del settore dell’arredamento e possiamo offrire prezzi vantaggiosi in quanto non abbiamo costi di stoccaggio delle merci.

6. La manutenzione

Ancora prima che il giardino sia realizzato bisogna pensare a un piano di manutenzione. Questo piano è una delle cose più importanti da redigere in ogni progetto. Esso dovrà essere comprensibile e chiaro per poter essere preso in carico anche da una ditta esterna.

Il costo reale di un giardino è, infatti, dato dalla somma del costo di realizzazione e di quello di manutenzione che il cliente sosterrà negli anni. I costi per la manutenzione possono però essere ridotti se tenuti in considerazione in fase di progettazione.

La manutenzione di un giardino è molto importante, perché è durante questa fase che il progetto prende vita, assumendo i connotati immaginati dall’architetto paesaggista.

Stabilisci un budget

Avere delle idee di budget è necessario per raggiungere con serietà gli obiettivi che si vogliono conseguire. E per ottenere sin da subito una proposta idonea e bilanciata.

Quanto è giusto spendere per progettare e realizzare un giardino?

È universalmente riconosciuto come un giardino possa aumentare il valore di un’immobile. Una considerazione di riferimento potrebbe essere valutare di spendere almeno il 10% del valore della proprietà.

Quale è il costo medio di realizzazione di un giardino di design?

Un modo per avere un’idea di quanto costerà realizzare un giardino o un terrazzo di design è utile considerare l’intera estensione dell’area. Calcolando dei costi medi variabili dai 150 ai 250 euro a metro quadrato.

Per orientare il nostro lavoro nell’ambito del qualità prendiamo in considerazione unicamente lavori con un budget superiore ai settemila euro.

Il bonus verde 2021

Un anno fortunato per chi ha in mente di creare o rifare il giardino. Anche quest’anno sono in vigore le agevolazioni fiscali previste dal bonus verde. Si possono ottenere detrazioni fiscali fino al 36% di cui usufruire in dieci anni. Solo però su una soglia massima di spesa di massimo cinquemila euro iva inclusa.

Esempio: Il tuo giardino in fattura ha un costo di 25 000 iva inclusa. Puoi portare in detrazione IRPEF il 36% di 5000 iva inclusa, ovvero 1800 euro. Che corrispondo a un risparmio 180 euro l’anno per dieci anni.

Per tale agevolazione non è previsto ne lo sconto in fattura, né una cessione del credito. Tutto quello di cui avrai bisogno per usufruire del Bonus verde è di presentare la nostra fattura al tuo commercialista.

Torna alla Home

Open chat
1
Benvenuto in Ornus. Se vuoi richiedere un preventivo ti informiamo che accettiamo richieste unicamente tramite mail, nelle modalità riportate alla pagina Contatti del sito.
Come possiamo aiutarti?
Can we help you?